Petrolio. La prima guerra mondiale

La decisione inglese di ammodernare la flotta inglese dotandola di motori nafta fu vincente. La Royal Navy ottenne un grande vantaggio in velocità di spostamento rispetto a quelle tedesche. La presenza militare inglese in Medio oriente garantiva un flusso continuo nell'approvvigionamento di petrolio. Il Regno Unito poteva contare sulla presenza militare inglese nel protettorato britannico del Kuwait.

Non fu un caso che le posizioni inglesi e russe trovarono una rapida convergenza politica durante la prima guerra mondiale. La Russia e l'Inghilterra controllavano militarmente le regioni mediorientali divenute riserve strategiche di carburante. Una guerra reciproca sul territorio mediorientale avrebbe danneggiato irreversibilmente anche gli altri fronti bellici in Europa. Un motivo in più per stare dalla stessa parte e Russia e Inghilterra parteciparono come alleati alla prima guerra mondiale.

Lo scoppio della guerra interruppe la collaborazione anglo-tedesca in Mesopotamia realizzata con la Turkish Petroleum Company. La compagnia petrolifera anglo-tedesca nacque nel 1912 per gestire lo sfruttamento dei giacimenti di Mosul e Baghdad.

Nel novembre del 1914 le forze militari britanniche stanziate in Kuwait invasero i territorio meridionali dell'Iraq ottomano. In pochi giorni conquistarono Bassora. La conquista inglese dei territori mesopotamici occupati dai turchi ottomani era ostacolata dalla resistenza delle popolazioni arabe e curde a nord e di quelle sciite a sud. In particolar modo nell'Iraq meridionale le popolazioni sciite avevano inizialmente appoggiato l'invasione inglese contro l'occupazione turca per poi rivoltarsi contro la stessa occupazione inglese in una vera e propria jihad. Il rapporto col mondo arabo era però complesso. Nel 1916 le forze aeronavali inglesi favorirono la rivolta araba alla Mecca e a Taif contro l'occupazione turca. Per dare organizzazione alla rivolta araba venne indviduato un leader in grado di unire le tribù arabe. Era il giovane Feisal. Il governo inglese gli affiancò l'archeologo inglese Lawrence d'Arabia, profondo conoscitore del mondo arabo e pedina importante del servizio segreto britannico. La rivolta araba aprì la strada alle truppe inglesi lungo le piste del deserto che si sarebbero presentate come proibitive per qualsiasi esercito regolare. Nel 1919 la conquista inglese dei territori mesopotamici si completò con l'ingresso delle truppe inglesi a Damasco.

Le riserve petrolifere mediorientali decisero il conflitto a favore degli alleati. Le industrie petrolifere russe di Baku erano ormai al limite della capacità produttiva a causa delle continue proteste degli operai. L'ingresso in guerra diede il colpo di grazia a questi impianti. Il blocco navale allo stretto dei Dardanelli aveva interrotto gli scambi marittimi con il resto del mondo. Le armate tedesche posero gli impianti di Baku tra i primi obiettivi strategici da occupare o distruggere. Così avvenne.

Allo stesso modo la Germania cercò di conquistare le aree petrolifere mediorientali stringendo l'alleanza in guerra con la Turchia. Le truppe dell'impero ottomano attaccarono a più riprese i pozzi petroliferi occupati dalle truppe inglesi in medioriente, senza mai riportare alcun successo.

La guerra tedesca dei sottomarini. Col prolungarsi del conflitto le vie di comunicazioni del petrolio furono la vera prima guerra mondiale. Il controllo dell'approvvigionamento petrolifero consentiva l'immobilismo delle armate e delle flotte sempre più dipendenti a carri e macchinari alimentati a nafta. La lunga guerra di trincea avrebbe premiato la nazione in grado di resistere più a lungo. La flotta tedesca mise in azione un'intera flotta di sottomarini per intercettare le navi cisterna alleate. Nel 1917 la guerra tedesca alle rotte commerciali petrolifere provocò ufficialmente l'ingresso degli Stati Uniti nel conflitto. In realtà la guerra tedesca alle rotte petrolifere aveva dato risultati sperati. Le truppe alleate erano in seria difficoltà per la scarsità del petrolio. L'ingresso degli Stati Uniti era pertanto un'ufficializzazione dell'appoggio politico dato degli americani anche negli anni precedenti.

La guerra del petrolio ebbe un ruolo decisivo sull'esito del conflitto mondiale. La prima guerra mondiale si concluse nel 1918 con la vittoria delle forze alleate su quelle tedesche.


https://www.ecoage.it/prima-guerra-mondiale-petrolio.htm









Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005