Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


    Ecoage  








 

 


Quando sostituire il frigorifero

Pubblichiamo un commento di un lettore che reputiamo molto utile. Il commento prende spunto dalla nostra pagina "Quando cambiare il frigorifero di casa" per elencare alcuni punti di vista critici ed altre argomentazioni che possono aiutare a definire la durata e il ciclo di vita di un frigorifero. Segue il commento del lettore:

"La sostituzione (o no) di un frigorifero va analizzata da almeno quattro punti di vista:

  • 1 - il consumo globale di energia (incluso quello di costruzione del frigo nuovo e di smaltimento di quello vecchio)
  • 2 - la produzione di CO2 equivalente (leggi "effetto serra", ossia riscaldamento globale)
  • 3 - il bilancio familiare (leggi tempo di ritorno dell'investimento sul frigo nuovo grazie ai suoi ridotti consumi)
  • 4 - il rischio di guasto dell'apparecchio vecchio all'avanzare della sua età.

Sul punto 4, di là di ogni ragionevole dubbio, le stime di vita dei frigoriferi delle ultime due decadi sono tra i 15 e i 20 anni, e i valori più spesso citati sono di 17-18 anni. Il punto 3, cioè il ritorno economico per l'acquirente, è noto essere il dato cruciale, perché i tempi di sostituzione dell'apparecchio "ottimali" (per avere il minimo dei punti 1 e 2) sono un po' più brevi che quello per il punto 3. Nessuno degli studi condotti negli ultimi anni si azzarda a proporre un tempo di sostituzione di 6 anni per i frigoriferi. E' vero che la California Energy Commission ha proposto un tempo di sostituzione di un terzo della vita utile dell'apparecchio (ossia circa 6 anni), ma questa posizione è stata fortemente criticata, ad es dalla New York State Energy Research and Development Authority, adducendo la mancanza di validi criteri dai quali si possa dedurre un vantaggio energetico e ambientale (anzi, il criterio dei 6 anni potrebbe rivelarsi dannoso). Il maggior consenso degli esperti nel settore pare trovarsi su tempi di sostituzione di 10 anni. Uno studio europeo del 2007 dell'Öko Institut, a firma Rudenauer e Gensch, considera con molta circospezione dei tempi di sostituzione più brevi, risultando i vantaggi economici (dipendenti ovviamente da una moltitudine di fattori) esigui o incerti. Sono daccordo sul fatto che la media dell'età del parco frigoriferi in Italia (attenzione, non la vita media come invece è scritto) possa essere di 10 anni. Ciò vuol dire che circa una metà delle macchine è più giovane di 10 anni, l'altra metà è più vecchia, anche molto di più. Gli americani, solo pochi anni fa, registravano un'età media dei frigoriferi dismessi di 21,5 anni e suggerivano il ripiazzo col nuovo solo per quelli più vecchi di 14 anni (fonte: documento in rete Appliance Recycling & Accelerated Replacement di AHAM - Association of Home Appliance Manufacturers). Sulla base di tutto ciò credo essere alquanto ragionevole suggerire un tempo di sostituzione attorno ai 9-10 anni, ma comunque non di meno. Senz'altro non è il caso di pensare a un cambio "al compimento del quinto anno di vita dell'elettrodomestico" come invece si legge. " (commento inviato da un utente Guido T. il 25 settembre 2010)


https://www.ecoage.it/quando-sostituire-il-frigorifero.htm





Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005