Home |

Come risparmiare energia elettrica

Il risparmio di energia elettrica si ottiene modificando qualche abitudine e scegliendo meglio gli elettrodomestici. Oltre a tagliare la bolletta della spesa elettrica personale, si fa anche un favore all'ambiente.

Quando si parla di ridurre i consumi di energia, si pensa immediatamente alla lampadina accesa inutilmente in una stanza vuota. In realtà, ci sono molti più aspetti da considerare.

Ad esempio, gli elettrodomestici consumano l'80% della bolletta, mentre l'illuminazione circa il 20%. Non basta saperli usare meglio, al momento dell'acquisto occorre anche scegliere quelli più efficienti.

scaldabagno 20% consumo energia
frigorifero 18% consumo energia
illuminazione 15% consumo energia
lavatrice 13% consumo energia
televisore 11% consumo energia
lavastoviglie 4% consumo energia
forno elettrico 4% consumo energia
altri utensili 15% consumo energia

La precedente tabella mostra il consumo di energia indicativo di una famiglia in base all'utilizzo. È una situazione indicativa del consumo medio di energia in casa. Le percentuali possono variare sensibilmente secondo le abitudini personali, il numero dei componenti della famiglia, ecc.

Qualche consiglio pratico

Ecco una lista di consigli pratici per ridurre la spesa di energia elettrica in bolletta e rispettare l'ambiente.

  • L'illuminazione. Utilizzare le lampadine a risparmio energetico o le lampade a led.
  • Il forno elettrico. Utilizzare un forno ventilato, ridurre al minimo l'apertura dello sportello, evitare il preriscaldamento, mantenere pulito il forno elettrico, usare anche un forno a microonde.
  • Il frigorifero. Non riempire troppo il frigorifero, ridurre al minimo l'apertura dello sportello, scegli ere un modello a risparmio energetico, no frost e ventilato, distanziare il frigorifero dal muro e allontanarlo dalle fonti di calore, regolare la temperatura intorno ai 5-6°.
  • Lo scaldabagno. Acquistare uno scaldabagno in base alle reali esigenze, fallo installare in una parete isolata e vicino ai punti di utilizzo, regolare le temperature al minimo, installare un timer per farlo accendere automaticamente soltanto quando serve.
  • La lavatrice. Evitare dosi eccessive di detersivo, acquistare lavatrici a basso consumo energetico, pulire il filtro, usare il risciacquo con acqua fredda, utilizzare la lavatrice nelle fasce orarie a bassa tariffa energetica, fare il bucato solo a pieno carico, non usare l'asciugatura automatica, evitare il lavaggio a 90°, verificare il livello di calcare nell'acqua.
  • La lavastoviglie. Lasciare le stoviglie a mollo in una notte, rispettare le dosi del detersivo, utilizzare la lavastoviglie soltanto a pieno carico, evitare il prelavaggio, evitare l'asciugatura automatica, sostituire i filtri, acquistare un modello a basso consumo energetico.
  • Il televisore. Non lasciare la tv in stand by quando è spenta ma spegnerla dal pulsante principale, evitare gli schermi troppo grandi, acquistare i modelli a risparmio energetico.

Scegliere il miglior contratto di fornitura

Oltre a modificare le abitudini di consumo, le lampade e gli elettrodomestici, si può ridurre la spesa dell'energia elettrica anche modificando il fornitore di energia elettrica. Nel mercato libero dell'energia ci sono diverse offerte contrattuali tra cui scegliere, bisogna cercare quella che risponde meglio alle proprie esigenze. Ad esempio, se si utilizza l'energia soprattutto nel week end o la sera, conviene affidarsi a formule con tariffe biorarie. Viceversa, se il consumo è ripartito in tutta la giornata, a formule tariffarie flat.


https://www.ecoage.it/risparmiare-energia-elettrica.htm





Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005