CRESCITA ILLIMITATA

La visione ottimista dell'economia sempre in crescita e senza limiti caratterizzò gran parte del novecento per poi entrare in crisi negli anni '60 con i primi fenomeni di smog, di scarsità e di inquinamento. Analizziamo questi passaggi storici dal punto di vista della teoria economica.


  • La crescita illimitata del novecento.
    La piena fiducia nel progresso tecnologico nel porre rimedio alla scarsità delle risorse e l'ambiente visto come semplice pozzo inesauribile da sfruttare.

  • La crisi della crescita illimitata.
    Negli anni '60 i primi casi di inquinamento mostrarono un'altra faccia della medaglia. La stessa fiducia verso la crescita illimitata veniva posta in crisi dall'emergere dei primi fenomeni di scarsità delle risorse naturali. Il mondo era diventato piccolo.

  • La nascita dei movimenti ambientalisti.
    L'inquinamento, i problemi sulla salute, i disastri ecologici e l'urbanizzazione selvaggia furono alla base della nascita dei movimenti ambientalisti. La visione cornucopiana della crescita cadde in crisi.

  • La revisione della Teoria Neoclassica.
    Nel dopoguerra gli stessi economisti neoclassici non ignorarono l'esistenza dei fallimenti di mercato. Nacque l'economia ambientale come tentativo di dare una spiegazione teorica dei fenomeni in ottica neoclassica.

  • La scarsità e le crisi degli anni '70.
    Le crisi petrolifere degli anni '70 furono l'ultimo atto della visione ottimista basata sulla crescita economica illimitata. Il concetto di "limite" assunse una connotazione reale e tangibile.


Nella società contemporanea è in corso un lento passaggio verso una nuova era più compatibile con il concetto di limite. La fase di transizione durerà decenni, forse secoli.


https://www.ecoage.it/crescita-illimitata.htm









Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005