Home | Pannelli Solari |
Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


    Ecoage  








 

 

Carbone

Il carbone è una sostanza naturale di origine fossile, conosciuto anche come carbon fossile, particolarmente ricca di carbonio. Il carbone fossile è composto da carbonio, idrogeno, azoto, ossigeno, zolfo e da altre sostanze volatili e minerali dette ceneri. Il grado di umidità del carbone varia a seconda dello stadio di trasformazione. E' molto alto nella torba (30%) per scendere progressivamente fino a livelli molto bassi nell'antracite (5%). La formazione del carbone fossile avviene mediante un lungo processo geologico di fossilizzazione e di carbonizzazione delle sostanze organiche delle foreste, durante il quale il carbonio contenuto nelle sostanze organiche vegetali si trasforma progressivamente in torba, in lignite, in litantrace e in antracite. La torba è il primo stadio di trasformazione del carbonio mentre l'antracite è l'ultimo stadio. Si stima che l'attuale antracite abbia avuto origine dal paleozoico, il litantrace dal mesozoico, le ligniti dal cenozoico e la torba, il primo stadio di trasformazione, al periodo neozoico. Non è comunque detto che il processo geologico di trasformazione segua anche in futuro la medesima ripartizione per stadi sopra indicata in quanto le caratteristiche della vegetazione si è anch'essa modificata nel corso delle ere geologiche.

  • Torba. E' un carbone di età recente originato da piante erbacee. La torba è un materiale leggero e spugnoso dalla colorazione variabile tra il colore marrone chiaro e il nerastro. La torba è anche caratterizzata da un elevato grado di umidità. Allo stato naturale può contenere fino al 90% di acqua. La percentuale di acqua si riduce intorno al 30% dopo un processo di lavorazione e di essiccazione. Date le caratteristiche è poco utilizzata come combustibile e maggiormente come materia prima per la produzione di concimi e fertilizzanti.
  • Lignite. E' un tipo di carbone a uno stadio più progredito di età stimata intorno agli 80 milioni di anni. La lignite è caratterizzata da un contenuto di carbonio del 70% e da un contenuto di acqua variabile tra il 20% e il 30%. Il potere calorifico della lignite oscilla tra 4000-6000 kcal/kg. La lignite conserva ancora tratti della struttura del legno da cui deriva. Ha un colore variabile tra il marrone scuro e il nero.
  • Litantrace. E' un tipo di carbone fossile originato dalle foreste presenti sul pianeta circa 250 milioni di anni fa. E' caratterizzato da un contenuto di carbonio molto elevato, compreso tra il 75% e il 90%, e un contenuto di acqua ridotto al 5%. E' un materiale solido e compatto dalla colorazione nera a volte brillante e altre opaca. E' un buon combustibile. Il potere calorifico della litantrace oscilla tra 7000 e 8500 kcal/kg. Il litantrace è presente in grandi quantità sul pianeta ed è attualmente il carbon fossile più utilizzato per la produzione di energia. E' utilizzato per il riscaldamento e per la produzione di coke, gas illuminante e catrame.
  • Antracite. E' il carbone più antico. Gli attuali giacimenti di antracite risalgono alle foreste presenti sul pianeta circa 400 milioni di anni fa. L'antracite è un materiale duro dal colore nero lucido. L'antracite ha un contenuto di carbonio molto alto, pari al 90%, e un potere calorifico pari o superiore a 8500 kcal/kg. Queste qualità lo rendono il carbon fossile migliore per la combustione. Tuttavia, è molto scarso e quindi molto costoso.

Il carbone è la principale fonte di energia nella prima rivoluzione industriale, nel Settecento e nell'Ottocento, ed è ancora oggi una delle principali risorse di energia come combustibile fossile. Il carbone fossile viene estratto dai giacimenti di carbone dagli strati sedimentari della roccia dove si è accumulato nel corso del tempo. Le miniere di carbone possono essere miniere sotterranee o miniere a cielo aperto. Avendo tempi di formazione geologici il carbone è considerato una risorsa energetica esauribile. L'utilizzo del carbone è anche una delle cause dell'inquinamento atmosferico locale e globale. Nella combustione del carbonio sono rilasciate nell'atmosfera grandi quantità di anidride carbonica (CO2) e anidride solforosa che contribuiscono rispettivamente al peggioramento dell'effetto serra e alla formazione delle piogge acide.


  

guida energia

Energia

 






Ecoage Ambiente e sviluppo
 Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
     by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005