Home | Pannelli Solari  | Chi Siamo | Per scriverci | Speciale Pannelli Solari | English |

Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


In questo momento
stanno leggendo Ecoage n utenti



    Ecoage  
 
Home page
Energia didattica
 








 

 


Energia dai rifiuti

Come si produce energia dai rifiuti. I rifiuti sono prodotti di scarto del processo produttivo e dei consumi. Pur avendo perso ogni utilità finale i rifiuti sono pur sempre composti da materiali che possono essere recuperati tramite il riciclaggio oppure essere utilizzati per produrre energia termica ed elettrica. Una parte dei rifiuti può infatti trasformarsi in un ottimo combustibile. Il recupero energetico ha luogo in speciali stabilimenti di termovalorizzazione detti termovalorizzatori. La combustione dei rifiuti nei termovalorizzatori genera calore (energia termica) ed energia elettrica tramite un generatore elettrico a turbina. La termovalorizzazione può considerarsi come una evoluzione tecnologica dell'incenerimento. Di per sé i termovalorizzatori sono inceneritori moderni che valorizzano la combustione dei rifiuti per produrre energia. Va comunque sottolineato che non tutti i rifiuti possono essere inviati alla termovalorizzazione. Possono essere bruciati nei termovalorizzatori soltanto una particolare miscela di rifiuti pre-trattata con processi fisico-chimici. Questa miscela prende il nome di CDR (Combustibile Da Rifiuti) ed è composta prevalentemente da plastiche, prodotti derivati dal petrolio, gomme, ecc. Tutto ciò che non può essere avviato alla termovalorizzazione deve essere stoccato nelle discariche normali o speciali a seconda della tipologia del rifiuto. Una recente controversia verte sulla collocazione del CDR tra le fonti di energia rinnovabili. In realtà, pur essendo una importante via di recupero di energia e di efficienza, l'energia dai rifiuti non può essere considerata una fonte di energia rinnovabile in quanto il CDR è composto da materie derivate dal petrolio che, come tutti sanno, è una fonte di energia non rinnovabile.

Energia da biogas. Un altro modo per generare energia dai rifiuti è il recupero del biogas. I rifiuti organici sono spappolati e frammentati in piccoli pezzi da stoccare in discarica in condizioni anaerobiche. L'azione dei batteri e dei microrganismi, contenuti nella materia organica stessa, consente di avviare la fermentazione della materia. Uno dei prodotti della digestione batterica della materia è il gas metano. Quest'ultimo viene recuperato dalla discarica tramite appositi pozzi verticali, lavorato in biogas e, infine, bruciato in un motore a combustione interna che permette di produrre energia elettrica. Oltre a consentire il recupero dell'energia tramite il biogas, la fermentazione in discarica consente anche di recuperare e riciclare alcuni elementi fertilizzanti e i sali minerali contenuti nei rifiuti organici.





Scrivi il tuo commento sull'argomento






Home Back Stampa Invia

 

  

Ciclo dei rifiuti

 











 News Sostenibili | Pannelli solari  |  Chi Siamo |  Disclaimer  | Fonti e bibliografia | Bibliografia del sito | privacy | norme privacy Google |
     by www.ecoage.com - per contattarci - Ecoage English Project  - Ecoage - PIVA 09286581005