Home | Pannelli Solari  |
Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


In questo momento
state leggendo Ecoage



    Ecoage  
 
Home page
Energia didattica
 









 

 

Nembostrati

I nembostrati sono una tipologia di nubi a strato. Hanno un colore grigio scuro e opaco. Sono anche conosciute con il termine latino Nimbostratus e con l'abbreviazione NS. Si chiamano così perché sono simili a uno strato ma trasportano precipitazioni e sono accompagnati da venti più forti.

Le caratteristiche dei nembostrati

I nembostrati sono nubi di bassa quota. Si formano a un'altitudine compresa tra i 2000 e 3000 metri di altezza.

Appartengono alla categoria delle nubi troposferiche a sviluppo orizzontale. La base del nembostrato si forma a quote basse e la nuvola si estende in altezza.

I nembostrati si presentano in una formazione molto estesa e frastagliata nel cielo, perché le nuvole hanno uno spessore molto limitato. Circa 2000 metri. Le nubi si sviluppano soprattutto in orizzontale.

Sono comunque sufficientemente dense da oscurare la luce della Luna o del Sole. In particolar modo la base del nembostrato è particolarmente scura.

I nembostrati non hanno una forma ben definita. Alla base sono scure ma all'interno potrebbero sembrare quasi illuminate, a causa della presenza di nubi più chiare tra uno strato e l'altro.

A volte sotto i nembostrati si presentano delle nubi più piccole, dette cumulus fractus. Sono parti delle nubi staccate dal vento dalla base dello strato.

Spesso indicano l'arrivo della pioggia o della neve. Un nembostrato è la classica nuvola che si vede in cielo nei giorni di maltempo. Le precipitazioni possono essere di moderata intensità o abbondanti, anche persistenti. In genere, non trasportano temporali.

Se la temperatura della nube è superiore ai -10°C, il nembostrato è composto prevalentemente da acqua. Al di sotto dei -20°C è composta da ghiaccio.

Nelle temperature intermedie tra i -10°C e i -20°C, l'acqua si addensa nella parte inferiore del nembostrato mentre il ghiaccio si concentra nella parte superiore. Dalla miscela di acqua e ghiaccio si formano dei cristalli di ghiaccio che cadono sotto forma di neve, nevischio o pioggia.

La differenza tra nembostrati e cumulonembi

A differenza dei cumulonembi, i nembostrati sono nubi scure e minacciose ma non temporalesche. Inoltre, le gocce delle precipitazioni piovose sono più piccole.

A volte sono incorporate in un cumulonembo. In un fronte caldo con elevata umidità, i nembostrati potrebbero anche essere incorporati dentro un cumulonembo. In queste rare occasioni può capitare di vedere fulmini, gocce più grandi e acquazzoni. Sono originati dal cumulonembo sopra il nembostrato.

La formazione del nembostrato

I nembostrati si formano a causa dell'ascesa di un fronte di aria calda. Questa massa d'aria si addensa formando i nembostrati.

A volte, la massa d'aria calda forma prima degli altostrati a una quota superiore. In una fase successiva, le nubi scendono a quote più basse, diventando nembostrati.


  

Nubi

Tipi di nubi

 






Ecoage Ambiente e sviluppo
 Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
     by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005