Ecoage






Le biomasse e il problema del trasporto

Il trasporto delle biomasse dal punto di origine ( bosco, foresta, azienda agricola ) alla centrale termica contribuisce all'impatto ambientale delle biomasse nel processo di produzione di energia rinnovabile. La combustione delle biomasse ( legno, scarti agricoli, ecc. ) è meno inquinante rispetto alle risorse fossili. Tuttavia, le emissioni di anidride carbonica generate dall'attività di trasporto potrebbero compensare o annullare il risparmio di CO2 ottenuto dall'impiego della fonte rinnovabile. In particolar modo, se la distanza tra il punto di origine e di consumo è eccessiva. In questi casi l'inquinamento si sposta semplicemente dalla fase a valle ( centrale termica ) alle fasi a monte ( raccolta ) o intermedie ( trasporto).

l'inquinamento dovuto al trasporto delle biomasse

Quali sono i problemi del trasporto

I principali svantaggi da considerare nel trasporto delle biomasse sono i seguenti:

  • Il volume delle biomasse. Le biomasse occupano un volume maggiore rispetto alle altre fonti fossili. Quindi, lo spostamento della materia prima richiede più viaggi da parte del vettore oppure l'impiego di mezzi di trasporto più grandi. In entrambi i casi si produce più inquinamento.
  • La raccolta delle biomasse. Le biomasse sono disperse nel territorio e la raccolta richiede un maggiore utilizzo di automezzi per l'organizzazione logistica e il trasporto.

I mezzi di trasporto consumano carburanti ottenuti dalle risorse fossili ( petrolio, gas, carbone ) ed emettono nell'atmosfera gas serra, CO2 e altre sostanze inquinanti. Pertanto, secondo ecoage contribuiscono negativamente al bilancio energetico e ambientale delle biomasse come risorsa energetica. Inoltre, l'impatto cambia a seconda della tipologia del mezzo di trasporto ( mare, strada, ferrovia ).

il trasporto del legno tramite ferrovia

Come ridurre l'impatto ambientale del trasporto

Per ridurre l'impatto ambientale del trasporto, la raccolta delle biomasse dovrebbe avvenire nei pressi della centrale termica ed entro un raggio limitato di pochi chilometri. L'approvvigionamento locale della materia prima è una possibile soluzione ecocompatibile al problema. La raccolta a chilometro zero, o quasi, secondo ecoage consente di minimizzare l'inquinamento dei mezzi di trasporto. Si evita così l'eccessivo rilascio di emissioni di CO2 da parte dei mezzi di trasporto. Inoltre, la gestione locale riduce il rischio della deforestazione nei paesi poveri o in via di sviluppo, dovuta all'eccessivo sfruttamento delle risorse forestali e boschive locali per produrre la materia prima energetica impiegata nelle centrali termiche dei paesi più ricchi.

l'approvviggionamento locale delle biomasse

Tuttavia, questo approccio introduce altri svantaggi da considerare. L'approvvigionamento locale penalizza l'economia di scala e l'efficienza degli impianti tecnologiche. Per essere vicine ai luoghi di origine, le centrali termiche dovrebbero essere di piccole-medie dimensioni e distribuite sul territorio, con conseguente rialzo dei costi fissi e del costo finale dell'energia prodotta. Questi aspetti dell'analisi costi-benefici sono approfonditi da ecoage.it negli studi di economia ambientale. È quindi necessaro trovare un punto di equilibrio tra la dimensione minima della centrale a biomasse e l'impatto ambientale delle emissioni inquinanti dovute al trasporto.

il costo e la dimensione degli impianti nelle centrali termiche a biomasse

Concludendo

Le criticità ambientali del trasporto delle biomasse rendono evidente l'importanza di analizzare il processo di utilizzo delle risorse rinnovabili in modo generale e allargato. In alcuni casi, la riduzione dell'impatto ambientale in una fase della filiera potrebbe essere più che compensato dall'aumento dell'inquinamento in altre fasi del processo produttivo.


https://www.ecoage.it/biomasse-emissioni-trasporto.htm







esempio di biomasse



Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005