Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


    Ecoage  








 

 


Bioetanolo

Il bioetanolo ( o etanolo ) è l'alcol prodotto dalla fermentazione delle materie organiche ricche di carboidrati e zuccheri, come le biomasse e i prodotti agricoli. È utilizzato per produrre un biocarburante sostitutivo della benzina e un combustibile di origine naturale per il riscaldamento e la cogenerazione elettrica.

Le materie prime dell'etanolo

Il bioetanolo di prima generazione è prodotto dalla lavorazione delle biomasse e delle risorse agricole zuccherine, prodotti ricchi di carboidrati, glucidi o amidi. Le materie prime più utilizzate sono le seguenti:

  • le biomasse
  • i cereali ( mais, orzo, frumento, sorgo )
  • la canna da zucchero, la bietola, la barbabietola
  • gli amidacei ( patate, tuberi )
  • la frutta
  • le vinacce

Da 100 chilogrammi di cereali fermentati si producono circa 30 kg di etanolo.

La crescita dei prezzi agricoli. L'agroenergia utilizza gli stessi fattori di produzione e gli stessi prodotti del settore agricolo. Quindi secondo ecoage c'è il rischio che il bioetanolo causi indirettamente la crescita dei prezzi agroalimentari perché condivide gli stessi fattori ( terra, acqua ) dei prodotti agricoli. Per superare questo problema, negli ultimi anni sono nati dei biocarburanti di seconda generazione.

Nel bioetanolo di seconda generazione si utilizzano prevalentemente delle materie prime non agricole. In particolar modo, le seguenti:

  • risorse cellulosiche ( ricche di cellulosa )
  • le alghe

Il bioetanolo di seconda generazione non utilizza gli stessi fattori produttivi o prodotti dell'agricoltura. Pertanto, non causa l'aumento dei prezzi agricoli.

la classificazione dell'etanolo di prima e seconda generazione

Gli impieghi del bioetanolo

L'etanolo è un biocarburante sostitutivo della benzina. È utilizzato per formare delle miscele con la benzina tradizionale. In alcuni carburanti l'etanolo è miscelato dal 5% al 20% con le benzine. Ad esempio, il carburante E5 è composto dal 5% di bioetanolo e dal restante 95% di benzina. Altri carburanti di questo tipo sono l'E7, l'E10, l'E15 e l'E20. Fino al 30%, l'etanolo può essere utilizzato senza particolari accorgimenti tecnici al motore del veicolo.

esempio di vendita di super E10 in una stazione di servizio

Esistono anche miscele in cui la proporzione dell'etanolo è molto più alta. Ad esempio, il carburante E85 è composto per l'85% da etanolo e dal restante 15% da combustibili di derivazione fossile (fonte ecoage.it). L'E85 ha un numero di ottani superiore alla benzina stessa, circa 105 contro 95. Tuttavia, in questi casi il veicolo deve essere predisposto per utilizzarlo.

Nei veicoli con motore flex l'etanolo può essere utilizzato puro al 100%. Si tratta di veicoli progettati appositamente per l'utilizzo del biocarburante in sostituzione della benzina.

Nota. Il Brasile e gli Stati Uniti sono i paesi che più hanno investito nell'utilizzo del bioetanolo nel settore dei trasporti. In Brasile, il 30% del parco circolante è composto da automobili flex. L'Europa, invece, sta investendo nel bioetanolo soprattutto per la miscelazione con le benzine di origine fossile.

Un altro utilizzo pratico del bioetanolo è come biocombustibile nelle caldaie e nei camini per il riscaldamento della casa e degli ambienti interni o la cogenerazione di energia elettrica.

gli impieghi del bioetanolo

Pro e contro del bioetanolo

I principali vantaggi dell'etanolo sono i seguenti:

  • Minore dipendenza dall'import di petrolio. L'impiego dell'etanolo riduce l'utilizzo delle benzine e dei carburanti derivati dal petrolio. A parità di fabbisogno energetico nazionale diminuisce la quantità di petrolio greggio da importare e raffinare. Inoltre, migliora la diversificazione energetica. Il paese è meno dipendente dalle variazioni di prezzo delle risorse energetiche sui mercati internazionali e dal rischio degli shock petroliferi.
  • Autonomia energetica. Molte materie prime per produrre il bioetanolo possono essere prodotte dal settore agricolo o agroenergetico della nazione. Quindi, secondo ecoage a parità di fabbisogno il paese gode di una maggiore autonomia energetica.
  • le attività agricole nazionaliReddito nazionale e occupazione. L'acquisto delle biomasse dalle aziende locali per produrre etanolo è uno stimolo per la redditività delle attività agricole nazionali e per l'occupazione interna.
  • Minore impatto ambientale. Il bioetanolo contiene la stessa quantità di carbonio delle piante utilizzate per produrlo. Quindi, a differenza delle risorse fossili, la combustione dell'bioetanolo non aggiunge ulteriore carbonio nella biosfera. Si riduce l'emissione di CO2 e di gas a effetto serra. Inoltre, essendo di origine vegetale, le emissioni di carbonio sono più facilmente assorbibili dall'ambiente.

Dal punto di vista degli svantaggi del bioetanolo, occorre considerare i seguenti aspetti.

  • Crescita dei prezzi agroalimentari. Se il biocarburante è ottenuto da prodotti agricoli ( es. cereali ) o da attività che utilizzano gli stessi fattori produttivi dell'agricoltura ( es. terreno, acqua, ecc. ), aumenta la redditività della terra per l'uso agroenergetico e si innalzano indirettamente anche i prezzi dei prodotti agroalimentari.
    l'impatto del bioetanolo sui prezzi agroalimentari

    Nota. Il prezzo di mercato delle risorse energetiche è molto più alto rispetto a quello agricolo. In assenza di fonti energetiche alternative, con la scarsità e la fine delle risorse fossili, il prezzo dell'energia è destinato a crescere ulteriormente nel corso del XXI secolo. Nello stesso tempo la crescita demografica mondiale aumenterà progressivamente il fabbisogno di acqua e di prodotti alimentari.

  • Deforestazione. In alcuni paesi in via di sviluppo le foreste potrebbero essere appositamente distrutte per liberare il terreno e coltivare le materie prime agroenergetiche. È un altro rischio da considerare.




 Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
     by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005