Carta riciclata

La carta riciclata è prodotta utilizzando la carta da macero ( carta, cartone ). La produzione della carta riciclata si basa sulla raccolta, lavorazione e riciclaggio dei prodotti di carta al termine del loro ciclo di prodotto. Pertanto, la materia prima non è fornita dagli alberi ma dai rifiuti.

Per un confronto basti pensare che una tonnellata di carta richiede una quantità di cellulosa vergine contenuta in 15 alberi e il consumo oltre 400 mila litri d'acqua.
il riciclaggio della carta da macero

Vantaggi della carta riciclata

I principali vantaggi dell'utilizzo della carta riciclata sono i seguenti punti:

  • Evita l'abbattimento degli alberi. La produzione della carta riciclata riduce il taglio di nuovi alberi per produrre carta.
  • Riduce i rifiuti. Il riutilizzo dei materiali cartacei di scarto, riduce la quantità dei rifiuti da gestire tramite lo stoccaggio in discarica o l'incenerimento in un termovalorizzatore. È uno dei vantaggi tipici di qualsiasi attività di riciclaggio.
  • Green economy. Le attività di raccolta, riciclaggio e commercializzazione della carta riciclata si traducono in nuovi posti di lavoro, occupazione e imprese nella filiera industriale del riciclaggio.

La raccolta differenziata della carta e del cartone è stata una delle prime attività di riciclaggio in Italia. Secondo ecoage ha contribuito a sensibilizzare l'opinione pubblica su temi sociali importanti quali il riuso, l'efficienza e il rispetto per l'ambiente.

Quali prodotti cartacei possono essere riciclati?

Non tutti i prodotti cartacei sono riciclabili.

  • Sono riciclabili i giornali e le riviste, i quaderni, le scatole di cartone, gli imballaggi, ecc.
  • Non sono riciclabili i prodotti di carta unti o sporchi, la carta chimica, copiativa o plastificata, gli scontrini, ecc.

la carta riciclata

Come si produce la carta riciclata

Il processo produttivo della carta riciclata si svolge in diverse fasi:

  • Raccolta differenziata e stoccaggio. I rifiuti di carta sono raccolti dai consumatori e dalle imprese. Successivamente i rifiuti sono stoccati in un centro di riciclaggio.
  • Selezionamento. In questa fase la carta da macero viene selezionata per eliminare i materiali cartacei impuri, di scarsa qualità o inadatti alle successive operazioni di lavorazione. La carta da macero viene spappolata e filtrata tramite dei macchinari epuratori.
  • Pressatura. Gli scarti sono pressati e legati in balle.
  • Sminuzzamento. La balla viene sminuzzata in micro frammenti di carta.
  • Sbiancamento. Sono eliminati gli inchiostri dalle balle tramite delle operazioni di decolorazione chimica.

    La disinchiostrazione è un'operazione di epurazione particolarmente importante perché elimina l'inchiostro stampato sulla carta da macero.

  • Riduzione in poltiglia. Il semilavorato è trasformato in una poltiglia tramite l'aggiunta di acqua calda.
  • Affinamento. Sono eliminate le scorie e le impurità dall'impasto.

Il prodotto finale è una pasta di cellulosa, la materia prima utilizzabile per produrre la carta.

le fasi di lavorazione della carta

La pasta viene stesa in rotoli tramite dei rulli e inviata alle imprese cartotecniche.

Nota. Alla pasta di cellulosa può essere aggiunta una proporzione di cellulosa vergine a seconda della destinazione finale ossia della tipologia di carta riciclata che si vuole produrre.

Le successive fasi del processo di produzione della carta riciclata sono le stesse della carta normale.

Dal punto di vista tecnico le operazioni di lavorazione della carta da macero sono simili a quelle della carta normale. Ciò che cambia è soprattutto la fase iniziale (src ecoage.it). Per produrre la carta normale si lavora un impasto di cellulosa ottenuto dagli alberi mentre per la carta riciclata occorre lavorare un rifiuto. In quest'ultimo caso occorre eliminare dalla materia prima i residui di altri materiali ( es. l'inchiostro, la colla, la plastica, i metalli, ecc. ).

Gli scarti di lavorazione

Il processo di lavorazione della carta da macero produce anche prodotti secondari e scarti che, a loro volta, sono riciclati o riusati in altre industrie. Ad esempio, secondo ecoage i residui di lavorazione, i fanghi e l'acqua di scarico sono riutilizzabili come materie prime (input) nell'edilizia, nell'industria dei laterizi e nella realizzazioni delle coperture stradali.


https://www.ecoage.it/carta-riciclata.htm





Approfondimento
Riciclaggio e raccolta differenziata





Chi Siamo |  Disclaimer  | Bibliografia del sito | privacy | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005