Home | Pannelli Solari  | Chi Siamo | Per scriverci | Speciale Pannelli Solari | English |

Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


In questo momento
stanno leggendo Ecoage n utenti



    Ecoage  
 
Home page
Energia didattica
 








 

 


Trasporto del petrolio

Il trasporto del petrolio. Le riserve di petrolio sono concentrate in alcune zone del mondo, mentre la domanda è praticamente uniforme da ogni angolo del globo. Ne consegue la necessità di trasportare il petrolio dal luogo di produzione fino al luogo di consumo. Il trasporto del petrolio può avvenire principalmente nei seguenti modi:

  • pipeline e oleodotti
  • trasporto via mare con le navi cisterna (petroliere)
  • trasporto via terra con le auto cisterna

In genere i pozzi petroliferi (luoghi di trivellazione) sono collegati al porto di imbarco (o direttamente alle raffinerie) tramite una rete di oleodotti locali. I tubi hanno una larghezza di circa 10 metri e sono collocati sottoterra o sul fondale marino nel caso delle piattaforme off-shore. A seconda della distanza da colmare e delle pendenze, gli oleodotti sono intervallati da apposite stazioni di pompaggio che forniscono al greggio la giusta pressione per continuare il suo cammino lungo i tubi. Al porto di imbarco il petrolio viene stoccato all'interno dei serbatoi, in attesa di essere caricato nelle navi cisterna (dette 'petroliere'). Le petroliere sono navi a doppio scafo composte da una serie di serbatoi nella stiva di carico. Il trasporto via mare del petrolio implica elevati rischi. In caso di incidente le conseguenze sull'ambiente marino sono immense e si ripercuotono fino all'uomo tramite la catena alimentare. Per questa ragione, sono fissate apposite regole di sicurezza da seguire nel trasporto del petrolio via mare. Ciò nonostante, nella storia non sono mancati disastri ecologici causati dall'affondamento o da incidenti delle navi petroliere. In questi casi il petrolio si riversa in mare formando il fenomeno della "marea nera" ed inquinando per molti decenni l'ambiente ittico locale. Il trasporto del petrolio tramite un oleodotto è più sicuro. Tuttavia, i costi fissi di realizzazione di un oleodotto sono molto alti. Questo metodo di trasporto è praticato soprattutto in caso di grandi flussi di petrolio concentrati verso un unico polo di raffinerie. Il trasporto via terra del petrolio avviene tramite le auto cisterna. A causa della scarsa capacità di carico delle auto cisterne e degli elevati costi variabili (carburante) quest'ultima via di trasporto è utilizzata soprattutto per colmare piccole distanze e brevi tragitti. E' invece una scelta antieconomica nelle medie e grandi distanze.





Scrivi il tuo commento sull'argomento






Home Back Stampa Invia

 

  

PETROLIO

Petrolio

Storia del petrolio

Bibliografia

 











 

Periodo 1950-1990

Petrolio attualità


 

 

Altre pagine sul tema petrolio, energia, greggio



 


 

Ogni articolo di Ecoage può essere pubblicato su altri siti web senza chiedere la nostra autorizzazione purché sia sempre presente come fonte www.ecoage.com con link attivo.



 


 News Sostenibili | Pannelli solari  |  Chi Siamo |  Disclaimer  | Fonti e bibliografia | Bibliografia del sito | privacy | norme privacy Google |
     by www.ecoage.com - per contattarci - Ecoage English Project  - Ecoage - PIVA 09286581005