Ecoage






Consigli pratici per ridurre l'inquinamento in casa e in ufficio

Nel caso degli uffici è bene evitare di condividere l'ambiente con fotocopiatrici e con aria viziata dal fumo della sigaretta. I pericoli tossici in ufficio sono principalmente:

a) fotocopiatrici

In particolare l'attività della fotocopiatrice (anche in stand by), da analisi dell'indortron, sembra superare la soglia di guardia prevista per le persone (oltre 382,6 microgrammi per metro cubo di VOC, rispetto ai 200 previsti per una situazione "normale").  In attesa di ulteriori studi e regolamentazioni, è consigliabile areare di frequente i locali in cui siano presenti le macchine per fotocopie soprattutto se condivise in luoghi adibiti ad ufficio. Va da sè come appaia un controsenso il porre le macchine per fotocopie in stanzini privi di areatori e finestre.

b) Fumo delle sigarette

Areare gli ambienti può non essere sufficiente nel caso del fumo delle sigarette. La concentrazione dei composti presenti nel fumo non diminuisce facilmente ventilando l'ambiente. Il monossido di carbonio, gli ossidi di azoto, la nicotina ed i composti aromatici tendono a restare a lungo in sospensione anche dopo aver ventilato l'ambiente (studio indoortron). L'unico rimedio idoneo per risanare in breve tempo l'ambiente è quello di dotarsi di depuratori d'aria (ed evitare che si fumi ancora).

Nel caso delle abitazioni non possono essere certamente imposte norme restrittive in quanto le abitudini di vita sono una libera scelta dell'individuo (es. fumare in casa). E' possibile però diffondere la conoscenza tra i cittadini e tutte le raccomandazioni da seguire per ridurre al minimo i pericoli e la tossicità dell'aria.

Altro aspetto è invece la prevenzione "a monte", ovvero nel momento della fabbricazione degli oggetti domestici (arredamento, vernici, prodotti di consumo, adesivi ecc.). Possono essere individuate caratteristiche tecniche tali da attutire questi fenomeni, producendo oggetti meno dannosi per la salute. Un aspetto che si collega anche alla scienza dei nuovi materiali ed all'importanza sociale della ricerca.

Esempio. mattoni costruiti con composti di biossido di titanio consentono una "fotocatalisi" degli elementi inquinanti, ovvero provocano una loro ossidazione rendendoli innocui per la salute. In questo modo, l'abitazione assumerebbe una caratteristica "autopulente" in grado di abbattere in poche ore gli ossidi di azoto presenti negli ambienti chiusi.

Altri esempi sono dati dalle vernici "ecologiche", più costose ma anche meno pericolose per la salute umana.


https://www.ecoage.it/indoortron-pericoli-casa-consigli.htm







Chi Siamo |  Disclaimer   | privacy & gestione cookie | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005