Approfondimento sull'effetto serra

Abbiamo descritto a grandi linee il meccanismo dell'effeto serra. Cerchiamo ora di scendere ad un livello di approfondimento maggiore.

Le radiazioni solari non raggiungono la superficie terrestre integre

  • circa il 25% delle radiazioni solari sono assorbite dal pulviscolo, dall'ozono e dal vapore acqueo

  • circa il 30% delle radiazioni solari sono riflesse nello spazio dal pulviscolo atmosferico, dalle nuvole e dalla superficie terrestre

Viene definita "albedo" la parte delle radiazioni riflesse verso l'altro. E' un valore compreso da 0 a 1 (massima rifrazione). Ad esempio un campo innevato ha un valore alto di albedo circa dello 0,9 (90%) mentre una foresta ha un valore di albedo basso pari a 0,1 (10%) a causa dei colori scuri e dell'assorbimento della luce nei processi di fotosintesi. Il valore medio di albedo terrestre è circa lo 0,3.

La radiazione solare ricevuta dalla superficie terrestre riflessa verso l'alto assume la forma di raggi infrarossi (energia termica).

I "gas serra" presenti in atmosfera assorbono parte di questi raggi riflessi, reirradiandone una grande quantità nuovamente verso il basso. Una minima parte dei raggi infrarossi riflessi si perde nello spazio (6%) o viene assorbita dai composti atmosferici.

Il fenomeno naturale, noto come "effetto serra", contribuisce ad aumentare la temperatura del globo intorno ai 15° gradi medi. Senza la presenza dei gas serra la temperatura media sarebbe di circa 30° inferiore, ovvero pari -18°.

Il problema dei nostri anni è l'eccessiva presenza di "gas serra" nell'atmosfera a causa dell'attività umana e dell'eccessivo sfruttamento dei combustibili fossili. Questo fenomeno provoca un continuo surriscaldamento globale dell'atmosfera terrestre.

Lo sconvolgimento climatico sta costantemente modificando l'equilibrio dell'ecosistema al rischio di giungere a nuovi equilibri incompatibili con la vita umana.

Esistono gas serra naturali quale il vapore acqueo, l'anidride carbonica, l'ozono, il metano, l'ossido nitrico. Lo sfruttamento dei combustibili fossili per la produzione di carburanti e di energia elettrica libera nell'aria altri gas di origine antropogenica.

Alcuni gas serra prodotti dall'uomo non sono presenti in natura ma risultano essere particolarmente attivi nel rinforzare l'effetto serra. E' il caso degli idrofluorocarburi (HFC), dei perfluorocarburi (PFC) e dell’esafluoruro di zolfo (SF6).

Qualsiasi gas ha comunque una "vita media atmosferica" oltre il quale la concentrazione tende a diminuire ed a disperdersi in altre forme (depositi naturali o trasformazione in altri composti chimici). Generalmente la vita media atmosferica dei gas va da pochi decenni fino a migliaia di anni.

L'anidride carbonica ha una vita media atmosferica di circa un secolo. In assenza di attività umana è quindi necessario circa un secolo per ristabilire la situazione atmosferica "normale" del periodo antecedente alla rivoluzione industriale.


20070426


https://www.ecoage.it/effetto-serra-approfondimento.htm







Chi Siamo |  Disclaimer   | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005
Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.
OK
Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.