Ecoage






Bere l'acqua dal rubinetto

acqua rubinettoIn molte città l'acqua del rubinetto è potabile e può essere un sostituto dell'acqua minerale imbottigliata. Il consumatore risparmia sul prezzo di acquisto e si riduce il volume delle bottiglie di plastica nei rifiuti. Quindi, c'è sia un vantaggio sociale e ambientale che un vantaggio economico da considerare.

Quali sono i vantaggi ambientali

i rifiuti in plasticaSecondo la rivista Altroconsumo, nel 2008 circa 200 mila tonnellate di rifiuti di plastica erano bottiglie usa e getta. Se aumentasse il consumo dell'acqua potabile dal rubinetto di casa, si ridurrebbe di conseguenza il volume dei rifiuti in plastica da raccogliere e stoccare in discarica. L'acqua del rubinetto può, infatti, essere consumata riempiendo brocche e bottiglie di vetro in casa, senza gettare nulla nella spazzatura.

Quali sono i vantaggi economici

L'acqua potabile in Italia ha un costo compreso tra pochi centesimi e due euro per mille litri d'acqua. Considerando una delle tariffe più alte applicate dagli acquedotti nel 2008, circa 2€/1000 litri, il costo dell'acqua potabile del rubinetto è comunque inferiore a quello dell'acqua minerale imbottigliata. In media, una bottiglia d'acqua minerale costa circa 0.30-0.50€ al litro al consumatore finale. Pertanto, se l'acqua della rete idrica è potabile, c'è anche un risparmio economico per chi la consuma.

Quanto si risparmia bevendo l'acqua del rubinetto?

Ogni anno una persona consuma in media 194 litri d'acqua. Quindi, la spesa per acquistare l'acqua minerale è di circa 58 euro ogni anno a persona. La spesa è ancora più alta se si ragiona in termini di famiglie. Ad esempio, una famiglia composta da quattro persone spende circa 232 euro l'anno. Quattro volte di più. È una buona ragione per pensarci ed eventualmente alternare l'acquisto dell'acqua minerale al consumo dell'acqua potabile del rubinetto.

Nota. Per un calcolo completo bisogna considerare anche il costo della raccolta, del trattamento e dello stoccaggio dei rifiuti. Il consumo procapite di 194 litri di acqua ogni anno equivale a gettare nella spazzatura almeno 129 bottiglie di plastica da 1 litro e mezzo ogni anno. Questo volume di spazzatura incide indirettamente sul portafoglio del consumatore-contribuente sotto forma di tariffa comunale più alta sui rifiuti.
le bottiglie d'acqua gettate nei rifiuti da una persona in un anno

L'acqua del rubinetto si può bere?

In alcuni casi si può bere, in altri casi no. Bisogna informarsi. In Italia i distributori e gli acquedotti sono obbligati per legge a compiere dei controlli sull'acqua della rete idrica, per misurare i parametri fissati dall'Istituto Superiore di Sanità. Secondo il d.lgs. 31 del 21/2/2001 sono obbligati a compiere almeno quattro controlli ogni anno per tutelare la salute dei cittadini. A queste analisi si aggiungono quelle effettuate dalle Aziende sanitarie locali (ASL) a livello comunale. I risultati sono pubblici. Qualsiasi cittadino può informarsi rivolgendosi direttamente alla propria Asl di zona. Spesso i risultati sono pubblicati anche sui siti web ufficiali dei distributori e acquedotti.


https://www.ecoage.it/bere-acqua-dal-rubinetto.htm







Chi Siamo |  Disclaimer   | privacy & gestione cookie | Email: info@ecoage.it
by www.ecoage.it - Ecoage - PIVA 09286581005