Home | Pannelli Solari  | Chi Siamo | Per scriverci | Speciale Pannelli Solari | English |

Ambiente sviluppo ecologia e risparmio
Focus: Eolico | Fotovoltaico | Geotermia | Biomasse | Nucleare | Biocarburanti | Idrogeno |


In questo momento
stanno leggendo Ecoage n utenti



    Ecoage  
 
Home page
Energia didattica
 








 

 


AUTOMOBILI E INQUINAMENTO

 AUTOMOBILI E MOBILITA' SOSTENIBILE


TARGHE ALTERNE A ROMA

Dopo il persistente superamento dei livelli delle polveri sottili il Comune di Roma ha deciso il blocco dei veicoli non ecologici tramite il consueto metodo delle targhe alterne. Ogni giovedì tra le 9 e le 12 e tra le 15 e le 19 la circolazione sarà consentita solo alle targhe abilitate, si inizia con giovedì 13 gennaio 2005 quando a circolare saranno le targhe dispari. Il provvedimento durerà 12 settimane consecutive fino al 31 marzo 2005 e non si escludono altri interventi restrittivi sulla circolazione se le condizioni meteo non disperderanno la concentrazione degli inquinanti. Non è pertanto esclusa la decisione del blocco totale della circolazione per domenica 16 gennaio 2005. Per ulteriori informazioni visitate il sito del Comune di Roma.

Ma se Roma piange le altre città italiane non ridono. A Torino, Bologna e in molte altre città sono in corso provvedimenti di limitazione del traffico. Consigliamo tutti di visitare il sito web del proprio comune per conoscere le forme e le modalità di attuazione.

Il limite previsto per la concentrazione delle polveri sottili è di 50 microgrammi per metro cubo d'aria, spesso questo valore è superato abbondantemente a causa della congestione del traffico ma anche di altri fattori come il riscaldamento domestico. Lo smog causato dal traffico urbano è, in ogni caso, la causa dell'83% dell'inquinamento da PM10 (vedi tabella inquinamento PM10). Dal primo gennaio la normativa europea impone ai comuni di non superare il limite per oltre quaranta volte l'anno.

Il blocco della circolazione o l'uso delle targhe alterne rappresentano una misura emergenziale per rispondere ai picchi dell'inquinamento, non sono pertanto soluzioni risultive del problema delle PM10. Un efficace piano di tutela della salute si realizza soltanto con durature politiche strutturali per ridurre il traffico circolante. Attualmente poco o nulla è stato realizzato in questo senso.

Le normative Euro negli ultimi dieci anni hanno ridotto drasticamente le emissioni inquinanti dei veicoli nuovi ma permangono ancora troppe automobile datate, e inquinanti, nel parco circolante italiano. Di fondamentale importanza sarà anche la commercializzazione di automobili ecologiche quali le automobili elettriche e ibride e lo sviluppo dell'idrogeno come carburante. Quest'ultima forma di alimentazione eliminerà completamente ogni forma inquinante dal trasporto privato.

Purtroppo l'ascesa commerciale dell'idrogeno è prevista nell'arco di 5-10 anni. Un periodo troppo lungo per poter sottovalutare le conseguenze sulla salute di una cattiva qualità dell'aria urbana.

La politica auspicabile nel breve periodo è pertanto quella che imponga limiti restrittivi, pedaggi e controlli non soltanto all'uso dell'automobili ma anche all'insieme delle cause inquinanti delle polveri sottili. Qualche sacrificio in più da parte di tutti per spendere meno in farmaci, ricoveri e spese sanitarie.

Ecoage - 13 gennaio 2005

Fonte blocco del traffico
Comune di Roma

 

 

 

 

 

EFFETTO SERRA E CLIMA

 INQUINAMENTO AUTO

» SPECIALE BIODIESEL
di cosa si tratta?

» USA: il Congresso raddoppia la produzione di biocarburanti


» Olio di colza al posto del diesel
chi lo usa evade il fisco

» Motori bicarburanti della FIAT
i motori a bioetanolo venduti in Brasile

» Una passeggiata in città equivale a fumare anche 15 sigarette

» Le automobili meno inquinanti

» Dal 1° settembre 2005 sono vietate le caldaie a carbone

» Lo smog uccide 12.000 italiani l'anno per tumore

» La proposta del "Super Bollo" anti smog

» Inquinamento dell'aria a Roma

» In Cina le automobili meno inquinanti

» Modello francese di eco-tassa sulle automobili

» Sono 44 milioni gli automezzi in Italia

» Il filtro anti-PM10

 BLOG
» Automobili blog


 

 





Scrivi il tuo commento sull'argomento






Home Back Stampa Invia

 

  







   Energia e Ambiente  
 


Ecologia
Effetto serra
Focus Energia
Le rinnovabili
Energia solare

 
   EcoTecnologie  
 


Bioedilizia
Pannelli solari
Fotovoltaico
Solare termico

Bioplastica



 
   Sviluppo Sostenibile  
 


Sviluppo sost.
Economia
Mobilità
Turismo
Popolazione
Agricoltura


 
   Come risparmiare  
 

Come risparmiare sulla bolletta

Acqua
Elettricità
Benzina
Riscaldamento
Automobili

 
   Energia rinnovabile  
 

Non solo petrolio, le energie alternative

eolico
fotovoltaico
geotermia
biomasse
idroelettrico

 
   Fonti di energia  
 

Fonti di energia non rinnovabili

Petrolio
Gas naturale
Carbone
Nucleare

 
   Rifiuti e inquinamento  

 

bioplastica
riciclaggio
incenerimento
elettrosmog


 
   Ecocarburanti  

 

idrogeno
biocarburanti
metano e GPL


 
   Ambiente e società  
 

I principali temi legati all'ambiente

Finanza Etica

 

 

Altre pagine sul tema



     


     

    Ogni articolo di Ecoage può essere pubblicato su altri siti web senza chiedere la nostra autorizzazione purché sia sempre presente come fonte www.ecoage.com con link attivo.



     


     News Sostenibili | Pannelli solari  |  Chi Siamo |  Disclaimer  | Fonti e bibliografia | Bibliografia del sito | privacy | norme privacy Google |
         by www.ecoage.com - per contattarci - Ecoage English Project  - Ecoage - PIVA 09286581005